La Nuvola sin dalla sua nascita ha adottato delle concrete politiche per la conciliazione vita - lavoro.

Parlare di conciliazione significa favorire una migliore qualità della vita dei propri collaboratori, siano essi uomini o donne.

Troppo spesso, infatti, la parola conciliazione viene associata unicamente alla figura femminile o alla famiglia, con il  presupposto che la gestione della casa e la cura dei familiari sia una competenza della donna o che nella vita di ciascuno ci sia solo ed esclusivamente la famiglia.

Pur nel rispetto delle scelte di ciascuno, riteniamo che ogni individuo abbia  le stesse responsabilità nella gestione della famiglia  e che ciascuno come persona,  debba poter coltivare i propri interessi.

Questo significa aiutare i collaboratori  a coniugare un  lavoro dignitoso, la cura della famiglia e il proprio tempo libero, anche attraverso la fruizione di servizi.

Da diversi anni La Nuvola offre ai soci e ai propri collaboratori:

  • - flessibilità dell’orario di lavoro (part time, telelavoro, flessibilità in entrata/uscita, ecc);
  • - aggiornamento e supporto tecnico nella presentazione delle pratiche per i congedi di maternità;
  • - dal 2006 accesso a costi agevolati al proprio asilo nido interaziendale "Nonna Ninì" che accoglie i bambini dai 3 mesi ai 3 anni;
  • - accesso a costi agevolati ad altri servizi per l’infanzia, per la cura, nonché convenzioni con aziende del territorio .
  • - informazione e aggiornamento sulla dote servizi alla persona (decreto dirigenziale n. 11612 del 1/12/2011e decreto 4942 del 05/06/2012 Regione Lombardia);

La Nuvola, inoltre, offre a tutti i cittadini:

  • · servizi di cura e di assistenza all’infanzia accreditati dalla Filiera di Conciliazione della Regione Lombardia (decreto 6978 del 27 luglio 2011), quali:  3 asili nido, centri diurni ricreativi estivi per i bambini di età compresa tra i 3 e i 6 anni e il servizio baby sitting (per i quali vi invitiamo a visitare le pagine nella sezione “minori e famiglie” del nostro sito)
  • · In qualità aderente all'iniziativa, la possibilità, per gli iscritti al nido Nonna Nini, di accedere al bando zonale nidi del Distretto 8 che prevede un contributo comunale alla retta mensile.
  • · spazi per la socialità, per la cultura e il tempo libero. Infatti, l'"Ostello Mulino da Basso", di cui Nuvola è uno dei partner nella costituzione, è destinato in particolare a tutti i cittadini-turisti: famiglie, coppie, gruppi di amici, che approfittando delle bellezze del territorio e di tariffe molto interessanti, vogliono trascorrere un week-end, all'insegna della cultura, arte, storia, natura e buona cucina.

A novembre 2011 La Nuvola (tra le 512 aziende a livello nazionale di cui 27 bresciane e le 150 amministrazioni pubbliche italiane) ha sottoscritto la Carta delle pari opportunità, ribadendo  dell’impegno profuso nel corso di questi anni e a garanzia delle pari opportunità applicate in azienda.

Inoltre, con l’obiettivo di favorire il benessere della madre lavoratrice, accompagnandola nella riorganizzazione della sua vita professionale, ma anche dell’impresa, nel corso del 2012 si è candidata ed è stata selezionata nella partecipazione alla sperimentazione proposta da Regione Lombardia (Cestec). Il progetto ha permesso di realizzare un piano di flessibilità aziendale  2012-2014 e  i piani di congedo delle maternità in essere.

Nel corso del prossimo anno (luglio 2012 – luglio 2013) in continuità con la sperimentazione di Cestec e con l’obiettivo di confrontarsi con altre PMI italiane, parteciperà al  progetto N.Or.Ma.Le (“New way to ORganize MAternity LEave”), promosso da Associazione Mobildonne. Il programma permetterà anche di riorganizzare e sistematizzare alcuni processi di gestione delle risorse umane.

A giugno 2012 ha ottenuto il finanziamento (Regione Lombardia D.G.R.  n° IX/1576/2011 “Determinazioni in ordine all’attuazione del Piano Regionale per favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro- ex DGR n° IX/381/2010”) del progetto di welfare aziendale “E’ tempo per noi” attraverso il quale si promuove una rete di conciliazione con alcune  imprese del comune di Orzinuovi : Nuvola Lavoro, Fondazione di Partecipazione Comunità Della Pianura Bresciana e Fondazione Villa Giardino.

Le novità introdotte sono:

  • - istituzione della figura dello “operatore della conciliazione”;
  • - attività di “Help desk” per il sostegno didattico durante l’anno scolastico e  nei mesi estivi;
  • - baby parking presso gli asili nido della Cooperativa La Nuvola;
  • - servizio di acquisto agevolato di beni di prima necessità e per la cura dei minori (alimentari, attrezzature e prodotti per la cura e  l’igiene, materiale di cancelleria);
  • - servizio di pick-up scolastico (se il dipendente lavora si va a prendere il figlio a scuola e lo si porta a casa) e baby sitting a domicilio;
  • - servizio di care-emergency: aiuto alla gestione degli spazi di casa (pulizie e stiro);
  • - assistenza ai famigliari malati o disabili;
  • - servizio di trasporto per minori e famigliari per visite mediche e/o altre esigenze particolari;
  • - servizi ricreativi: animazione e spazi gioco;

All’interno del progetto “E’ tempo per noi”, La Nuvola (ente capofila) e Nuvola Lavoro (partner), erogheranno anche i servizi per la conciliazione a favore dei collaboratori anche delle altre aziende partner del progetto.

Al termine di tali progettualità ci auguriamo che alcuni processi in merito alla conciliazione possano essere strutturati, raggiungendo così la “certificazione di genere” che andrà ad integrarsi alle attuali procedure dei sistemi di qualità (Iso 9001:2008).

Questo strumento di monitoraggio delle pratiche di valorizzazione delle risorse umane, presenti in azienda, ha l’obiettivo  di verificare la gestione e l’organizzazione del lavoro e quegli aspetti della stessa, che hanno un’ impatto con ”bisogni e i sogni”  delle donne e degli uomini che operano in cooperativa “ la Nuvola.”

Operatore di Conciliazione:

Mariacristina Magoni

3488007838

L'operatore di conciliazione è disponibile quale punto di riferimento per tutti i soci e i dipendenti della cooperativa. L'operatore di conciliazione, inoltre, raccoglie eventuali denunce per discriminazioni di qualisiasi natura e gravità (etnia, sesso, genere, fede religiosa e orientamento sessuale).